PER ACCEDERE AI MIEI ARTICOLI DA SMARTPHONE: 1) cliccare sulle barre in alto a sinistra 2) cliccare sul + di fianco a HOME 3) cliccare sul + di fianco a ARTICOLI

 

Dott.ssa Lopopolo Laura   

Medico Psicoterapeuta di orientamento junghiano

 

 

La persona che vive una sofferenza psicologica spesso pensa alla sua interiorità come ad un meccanismo che si è guastato e si rivolge allo psicoterapeuta come a chi detiene le conoscenze atte a risolvere ciò che ritiene un ostacolo. Adottando questo sguardo sulla dimensione interiore, che non ne sa cogliere la forza propositiva e il potenziale, si priva della possibilità di scoprire che la forza che sta lavorando con estrema intelligenza per farla riavvicinare a se stessa è rappresentata proprio dalla sua interiorità. E' questa incomprensione e rottura con il proprio mondo interiore a tenerla nel malessere. Continua a considerare ciò che ha dentro di sé come un oggetto malato, un vuoto da riempire con spiegazioni astratte, prive di un'origine interiore. Queste la allontanano sempre più dalla possibilità di scoprire i significati della sua esperienza interiore, poiché del tutto scollegate da ciò che ha dentro di sé. E' una visione estraniata di se stessi, che considera i sintomi del disagio come un meccanismo guasto, distaccato da sé, invece di riconoscerli come parte di se stessi, che va compresa nei suoi autentici significati. E' la parte viva, aperta alla ricerca, che vuole far vivere qualcosa di radicato a sé, mentre la persona sta chiudendo tutta la sua vita in significati già dati, alimentando, con questa chiusura, il suo malessere. Come psicoterapeuta non sostengo questo combattimento con i sintomi, che è il  combattimento contro se stessi, al contrario favorisco lo sviluppo, nella persona, della capacità di mettersi in relazione con la propria interiorità. Il mio compito è di condurla a scoprire l'esistenza, dentro di sé, di una intelligenza profonda, quella dell'inconscio, capace di farle comprendere i significati di tutte le espressioni della sua vita interiore, anche quelle più sofferte e all'apparenza incomprensibili, senza più travisarle. E' fondamentale sviluppare questa capacità di dialogo con la dimensione interiore, in assenza del quale la persona rimane in una condizione di lotta, fuga e paura nei confronti di ciò che emerge dentro di lei. Come psicoterapeuta favorisco questo dialogo attraverso l'ascolto delle emozioni, del sentire e  attraverso i sogni, che hanno un ruolo fondamentale nel percorso di trasformazione permettendo alla persona di generare il proprio pensiero, la propria visione delle cose, formandoli dentro di sé, in un percorso di autentica autonomia.